Salute e benessere
in un edificio e-HOME

Aiutiamo le persone a rimanere in salute potenziando il loro benessere fisico e mentale, questo è attuabile semplicemente abitando la propria casa realizzata con tecnologia e-HOME

La casa, nel suo involucro e negli impianti, è diventata un oggetto altamente tecnologico e prestazionale, un luogo sicuro, confortevole, salubre ed economicamente sostenibile. e-Home è sinonimo di un nuovo modo di concepire lo stile di abitare gli spazi. e-Home diventa così il modo futuro di vivere in edifici sicuri, concepiti nel massimo rispetto della salute delle persone. Considerando che l’uomo mediamente passa oltre 14/18 ore al giorno negli ambienti chiusi, va da se intuire quanto sia importante, per la nostra salute, realizzare edifici sani e confortevoli.

Qualità dell’aria, Qualità dell’acqua, Luminosità, Abbattimento acustico e Comfort abitativo sono i 5 pilastri di un edificio e-home

Tumori

Polveri sottili: Ammalarsi di tumore al polmone oggi

Uno studio condotto da AIRC ha dimostrato la relazione fra l’aumento delle polveri sottili ed il numero di tumori ai polmoni. L’inquinamento di oggi, nelle nostre città supera facilmente i limiti di legge e respiriamo più di 40 µg/m3 di PM 10 e più di 25 µg/m3 di PM 2,5.

Smog

Alzheimer e Ictus: In aumento a causa di Smog e PM

Lo smog e l’aria inquinata non favorirebbero solo l’insorgere di tumori, ma anche dell’Alzheimer. Studi medici riportano che il nostro sistema respiratorio dovrebbe eliminare ogni giorno fino a due cucchiai colmi di particolato.

Parametri normativi

Per ogni incremento di 5 microgrammi (μg)/m3 di PM 2,5, il rischio relativo di ammalarsi di tumore al polmone aumenta del 18 per cento

Il grafico rappresenta la lettura dei PM 2,5 in un edificio e-HOME. I due picchi a 40,8 µg/m3 sono stati rilevati nel momento dell’apertura delle finestre.

Se prendiamo in esame la media di 1,1 µg/m3, che il sistema e-HOME è in grado di mantenere, il risultato ottenuto è eccellente dato che siamo più bassi di 45 volte rispetto ai dati esterni registrati da ARPA Lombardia e 227 volte se applichiamo i valori medi della qualità dell’aria in ambienti confinati nella ricerca di CNR.

Inquinamento aria

Malattie respiratorie:
Gli effetti sulla salute delle particelle sospese

Ossidi di azoto (NOx), di anidride solforosa (SO2) e di monossido di carbonio (CO) sono altri elementi inquinanti presenti nell’aria

Inquinamento indoor nell’aria e sulle superfici

Fra le mura di casa si concentrano sostanze dannose per la nostra salute che possono essere eliminate solo attraverso un’accurata sanificazione dell’aria e delle superfici.

Un’ambiente indoor può essere inquinato da:

  • Gas e particelle rilasciate nell’aria dopo attività comuni quali cucinare, riscaldare, fumare, pulire
  • CO2 prodotta dalla respirazione umana
  • Presenza di muffe ed acari da cui nascono sintomi respiratori, asma e danni funzionali respiratori.
  • Irritanti ed allergeni che provocano dermatiti
  • Microorganismi che causano infezioni gastrointestinali come: Eschelichia coli, Helicobacter pylori, Salmonella e Shigella, Legionella pneumophilia e Staphlococcus aureus
  • Virus e batteri patogeni di ogni tipo.

Gli studi del CNR confermano che le concentrazioni d’inquinanti indoor rispetto a quelle outdoor sono generalmente da 1 a 5 volte maggiori … e che l’esposizione indoor è da 10 a 50 volte superiore all’esposizione outdoor.

In un edificio e-HOME, possiamo verificare che il sistema di ventilazione unito alla sanificazione tende a mantenere una linea molto bassa d’inquinanti. Possiamo notare che ci sono dei picchi verso l’alto nel momento in cui sono utilizzate sostanze inquinanti (solventi, detersivi, spray, fumo ecc.) ma vediamo anche che in tempi molto veloci i picchi sono abbattuti dai sistemi e-HOME abbinati, gli stessi funzionano h24 con permanenza di persone durante il funzionamento.

inquinamento atmosferico

Le malattie cardiovascolari sono fra le principali cause d’invalidità e mortalità in Italia.

L’inquinamento ambientale è da tempo indagato quale fattore di rischio per l’insorgenza non solo delle malattie neoplastiche e dall’apparato respiratorio, ma anche di quelle cardiovascolari. È bene precisare infatti che non bisogna pensare che l’inquinamento sia una causa diretta delle malattie cardiovascolari; non è solo respirando aria inquinata che ci può venire un infarto. L’inquinamento atmosferico è uno dei fattori che, se unito ad altri o in un organismo già compromesso da qualche altra patologia cardiovascolare, può contribuire allo scatenarsi di una patologia più seria. Gli inquinanti maggiori sono come al punto precedente PM, NO2, SO2 e O3.

CO2: Ventilazione e qualità dell’aria

La CO2 (anidride carbonica o biossido di carbonio) è parte dei cicli biogeochimici naturali

In Germania viene fissato come valore limite per gli spazi abitativi lo 0,15% (1.500 ppm) di CO2. Se si vuole fare un confronto, si consideri che in una camera da letto non ventilata possono essere misurati dei valori di concentrazione che sono spesso il triplo (fino a 5.000 ppm).

In un appartamento e-HOME, rispetto alla tabella sopra riportata evidenzia che il quantitativo medio di CO2 è più vicino al valore di un fondo esterno (250 – 350), piuttosto che al valore massimo del parametro più basso della quantità di CO2 in ambiente (350 – 1000).

L’inquinamento domestico provoca circa 3 milioni di morti all’anno nel mondo ed è il quarto fra tutte le cause di morte.

Principali impatti di PM, NO2, SO2 e O3

e-HOME AIR QUALITY:
Elimina le cariche batteriche e virali, PM, NOX, VOC, muffe, acari ed odori.

La tabella qui sotto mostra l’abbattimento delle cariche batteriche e virali dei principali patogeni.

e-HOME AIR QUALITY: la soluzione combinata per sanificare l’aria, i canali e le superfici dei nostri ambienti.

In una casa e-HOME otteniamo un ambiente sanificato grazie alla combinazione di più sistemi denominati e-HOME AIR QUALITY. Partiamo da una tecnologia sviluppata in ambito aerospaziale che imita e riproduce ciò che avviene in natura: la fotocatalisi. La reazione fotochimica che si crea genera perossido d’idrogeno (H2O2), più comunemente noto come acqua ossigenata. Un’ampia gamma di batteri, funghi, alghe, protozoi, virus (Covid 19 compreso), muffe, allergeni, acari, odori e VOC, vengono così eliminati. Parte integrante del sistema è il filtro antiparticolato. È un materassino a più strati nel quale ogni strato utilizza un sistema brevettato di tessuti filtranti con qualità medica e anti-microbica ed è in grado di trattenere le polveri sottili PM. Da ultimo l’aria passa nella VMC nel quale c’è un’ulteriore batteria di filtraggio e successivamente viene inviata agli ambienti a fronte di calcoli per stabilire le portate i bilanciamenti ed i ricambi. In ogni locale viene mediamente cambiata tutta l’aria ogni 2/3 ore automaticamente, immettendo ogni volta aria sanificata.

Vitamina D e serotonina

La luce è vita

L’illuminazione è di vitale importanza nella progettazione di un edificio, in quanto un corretto calcolo degli apporti solari è fonte di benessere per le persone che abiteranno gli edifici. La vitamina D non serve solo a fissare il calcio nelle ossa In studi di laboratorio la vitamina D ha dimostrato di svolgere attività potenzialmente in grado di prevenire o rallentare lo sviluppo del cancro. Un terzo del fabbisogno giornaliero di vitamina D proviene dall’alimentazione. Tutto il resto si forma nella pelle a partire da un grasso che viene trasformato per effetto dell’esposizione ai raggi UVB. Una volta prodotta nella cute o assorbita a livello intestinale, la vitamina D passa nel sangue. Qui una proteina specifica la trasporta fino al fegato e al rene, dove viene attivata. Esporci alla luce solare consente il rilascio della Serotonina. É conosciuta soprattutto per essere l’ormone responsabile del buonumore: più Serotonina abbiamo in circolo, maggiore sarà il nostro grado di appagamento, soddisfazione e benessere psicofisico. Per questo motivo, la Serotonina è nota anche come “ormone della felicità”.

e-HOME: la serenità di una casa silenziosa

Un involucro costruito con tecnologia e-HOME consente di godere della quiete e della serenità che deriva da un elevato isolamento acustico. Secondo un’indagine di EuroAcustici, traffico a parte, i rumori che interferiscono con l’ambiente di vita sono le vere e principali fonti di disturbo e del superamento dei limiti della “normale tollerabilità” e causano stress e malattie. Per un italiano su tre, infatti, sono i vicini che, per mancato isolamento acustico delle abitazioni, provocano i rumori più sgraditi. Stress e disturbi del sonno sono di solito i primi sintomi di un’esposizione patologica al rumore da cui derivano aggressività e varie patologie non solo psichiche. A lungo andare si possono riscontrare forti interazioni con il sistema endocrino, l’apparato cardiovascolare, quello gastrointestinale, respiratorio e riproduttivo, anche con gravi disturbi idiopatici.

Possiamo vedere che i risultati ottenuti, in un edificio e-HOME sono notevolmente superiori ai parametri di legge (è una progressione logaritmica quindi ogni punto in più è un grande valore).

Quanto riportato in questa pagina è il riassunto di una ricerca approfondita da noi effettuata (disponibile a richiesta), nel quale sono riportate le prescrizioni, i valori, le norme, i consigli, gli studi e le ricerche condotti principalmente da:

OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità),

ISS (Istituto Superiore di Sanità),

Minstero della salute,

Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare,

CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche),

AIRC (Associazione italiana Ricerca sul Cancro),

ARPA Lombardia

EPA (Environmental Protection Agency – USA)

American Hear Association,

Euroacustici,

Studi e ricerche di svariate università nel mondo

Prove, verifiche, dati, realizzati in laboratori accreditati ed università, oltre a misurazioni effettuate presso edifici e-HOME

 

 

DISCLAIMER Parte dei testi sono stati reperiti su internet da svariate fonti prive di indicazione di copyright e vengono pubblicati nella convinzione che si tratti di testi di dominio pubblico. Se così non fosse, preghiamo gli eventuali detentori del copyright originale di avvisarci sollecitamente per consentirci di rimuoverlo.

Siamo sempre interessati
a nuove idee, grandi o piccole.

Non esitate a mettervi in contatto con noi per quanto riguarda il vostro progetto. Se lo desideri, puoi contattarci
al (+39) 02 84 24 6417 oppure inviarci un messaggio.